trekkilandia

Un viaggio particolare, introspettivo, a stretto contatto con la natura camminando per godersi lo spettacolo ed immergendosi in quello che si vede intorno. Il trekking è una filosofia più che una semplice esperienza da provare almeno una volta nella vita: adatta a chiunque riesca a calarsi in questo mood, fatto di contatto diretto con luoghi incontaminati dove respirare l’aria circostante ed il silenzio.
A condire il tutto, un po’ di senso dell’avventura e di possibilità di scoprire ulteriori parti si se stessi. In sostanza c’è un universo infinito dentro al trekking che può essere esplorato intraprendendo un viaggio di questo genere. Quanto fin qui detto rende particolarmente adatto il discorso per il territorio della Sardegna.
Un territorio magico, dalla morfologia differente a seconda di dove si decide di approdare, località meravigliose sul mare ma anche falesie a picco, grotte, canyon, natura inesplorata, cascate e sentieri scoscesi. Per gli amanti del trekking (e non solo per loro) questo è un paradiso.

I luoghi di trekking più belli della Sardegna

Elencare tutti i luoghi dove fare trekking in Sardegna sarebbe operazione faticosa: certo è che vista la particolarità di questo viaggio a metà tra camminata e sport, la costa occidentale sembra quella più adatta, così caratterizzata da una natura selvaggia che in alcuni casi è ideale anche per trekking di livello superiore, ovvero per esperti, viste le tante zone impervie e deserte.
Per quest’ultima casistica si tende a parlare di trekking classificati come EEA, che richiedono quindi esperienza superiore ed una particolare capacità, oltre che condizione fisica non per tutti. Qualche esempio di trekking in Sardegna?

  • L’escursione attraverso le cime del Gennargentu, la montagna sarda per eccellenza con arrivo a punta La Marmora, località che si staglia a quasi 2000 metri sul mare. Il ‘tetto dell’isola’ come viene comunemente chiamato.  
  • Il territorio dell’Ogliastra: anche da qui si può arrivare in cima al tetto dell’isola partendo dall’Arzana. Sconosciuta ai più fino a qualche anno fa, l’Ogliastra è considerata oggi uno dei panorami più belli del mondo con rocce verticali a piccolo sul mare, laghi, sentieri, verde ed i caratteristici nuraghi.
  • L’area sud – ovest, con le sue miniere, i faraglioni, le dune sabbiose di Piscinas nella Costa Verde, gli antichi sentieri percorsi da sempre dai pastori e dai minatori. Anche qui, immancabili le rocce a piccolo sul mare, come sempre di un colore unico.

Come fare trekking in Sardegna?

A chi rivolgersi per fare trekking in Sardegna? Come si diceva, soprattutto per alcuni territori è bene essere preparati e farlo con realtà che possano offrire supporto. Come nel caso di Trekkilandia, che offre una serie di proposte per trekking in Sardegna (https://www.trekkilandia.it/viaggi/trekking-sardegna/) piuttosto complete ed articolate.
In particolare la zona del suo ovest dell’isola ed il cammino di Santa Barbara: il tutto anche all’interno di un unico trekking piuttosto avventuroso che si snoda alternando costa ed entroterra. Camminata a contatto con la natura ma anche conoscenza delle tradizioni locali, soprattutto quelle gastronomiche; visite ad antichi insediamenti e villaggi minerari; passeggiate su spiagge sabbiose affacciate sul mare dal blu intenso, come biglietto da visita di questa terra.
Un modo unico di conoscere la Sardegna, particolare, per certi versi anche impegnativo ma certamente indimenticabile; andando alla scoperta del territorio sarà possibile imparare a conoscere le tradizioni locali e la storia di questa meravigliosa isola.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.