trading

Molto spesso si giudica con estrema facilità ciò che non si conosce e questo è quanto accaduto al trading online. Stiamo parlando di un mercato enorme che offre infinite possibilità sia da un punto di vista del profitto che rispetto alle piattaforme su cui è possibile investire. Dai suoi arbori a oggi il trading online è evoluto da un punto di vista regolamentare che tecnico e, quindi, sono moltiplicate anche le complessità e il rischio di perdere denaro. Certo è che la Borsa era un mondo riservato a pochissime persone mentre oggi è aperta a tutti e a qualsiasi cifra di investimento, motivo per cui puoi usare una simulazione con denaro fino oppure accedere con qualche decina di euro. Quindi non occorre essere ricchi per fare soldi con il trading ma occorre certamente essere competenti.

Stai alla larga da guadagni troppo facili

Per rispondere a questo genere di domande bisognerebbe indagare su quali sono i sistemi di truffa che certamente esistono ma che ad un occhio preparato sono ben riconoscibili. Per esempio se ti stai chiedendo “AvaTrade è truffa?” la risposta sarà certamente negativa dato che si tratta di un broker legale, riconosciuto dalla CONSOB e che vanta un numero impressionante di clienti soddisfatti. Il punto è che ancora molte persone diffidano da questo strumento per almeno due ragioni: è ritenuto una fonte di guadagni fin troppo facili ed è un mondo complesso, che richiede studio e competenze prima di poter portare profitti.

Il mercato è vigilato e regolamentato

Quanto alla prima questione occorre chiarire che oltre al riconoscimento CONSOB, un broker serio e affidabile non promette guadagni chiedendoti di investire tutti i tuoi risparmi. Al contrario il trading online serio è caratterizzato da norme che proteggono il capitale dei clienti al dettaglio e da strumenti che consentono di agire solo quando si sono maturate le competenze necessarie. Non si tratta soltanto di capire la differenza tra un titolo ed una obbligazione ma di andare più a fondo attraverso gli asset, gli strumenti, i mercati e le strategie. Quando un finto broker chiede soldi per farli tornare indietro triplicati bisogna subito capire che c’è qualcosa che non va perché il trading online non è un moltiplicatore di denaro ma un metodo di investimento caratterizzato anche dal rischio.

Le conoscenze sono fondamentali

Perciò il guadagno facile non esiste, tantomeno nel trading. È necessario studiare molto per poter comprendere le sue dinamiche e se le truffe esistono il motivo risiede nel fatto che ci sono persone che possono rimanere vittime per via della loro esigua conoscenza in materia. Inoltre basterebbe verificare l’affidabilità di un broker attraverso la CONSOB, l’ente che vigila sui broker e che ne regolamenta l’operato. L’ente nacque nel 1974 ed è a tutti gli effetti un’autorità statale, indipendente e imparziale nonché connotato da una personalità giuridica autonoma che vigila sugli investitori italiani. Quindi prima di bollare tutto come una truffa occorre avvicinarsi a questo mercato, studiare e aprirsi a nuove conoscenze che si, potrebbero risultare ostiche a primo impatto ma che nel tempo possono certamente portare grandi soddisfazioni.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.