sardegna

Per le vacanze estive, le mete più gettonate sono sempre quelle che affacciano sul mare. Secondo l'indagine Confturismo-Confcommercio, il mare è, infatti, la meta preferita per il 58% dei 23 milioni di italiani che andranno in vacanza nel 2022, seguito da montagna, città d'arte e borghi.
Pensando a mare cristallino, spiagge incontaminate e paesaggi unici, vengono sicuramente in mente i viaggi in Sardegna, che sono sempre nella top ten dei desideri di molti viaggiatori, non solo italiani.
Per raggiungere la Sardegna, le opzioni sono due: traghetto o aereo.
Per capire come scegliere tra le due possibilità è importante fare delle valutazioni prima della partenza, considerando la località di destinazione, la tipologia di viaggio, i costi e anche la permanenza.
Il traghetto e l'aereo hanno infatti pro e contro di cui è bene tenere conto per evitare, poi, spiacevoli sorprese.
Per quanto riguarda i voli, l'aspetto più importante da tenere in considerazione per le vacanze estive 2022 è il rischio cancellazione dei voli; per i traghetti è invece importante capire le condizioni di viaggio e i sistemi di collegamento dei porti.

Traghetto per la Sardegna: come scegliere
Il traghetto è un mezzo più lento rispetto all'aereo. Permette però di portare con sé l'auto, che è necessaria soprattutto se si devono raggiungere località distanti dal punto di arrivo e non ben servite dai mezzi pubblici. In alternativa, si può noleggiare l'auto una volta arrivati nell'isola.
Soprattutto nella stagione estiva sono tante le corse disponibili e da diversi porti italiani, come Civitavecchia, Livorno, Savona, Piombino, Napoli e Palermo. Le destinazioni sono Cagliari, Arbatax Olbia, Porto Torres, Golfo Aranci.
Per scegliere la tratta più conveniente, è importante valutare la distanza per raggiungere il porto e gli eventuali costi per autobus e navette, le ore di viaggio e i prezzi del biglietto in base alla destinazione del viaggio. 
Il consiglio è di vagliare con largo anticipo le tariffe, perché molte compagnie promuovono offerte molto convenienti che includono anche l'auto e altri servizi che possono rendere il viaggio ancora più piacevole. Vista, però, la grande richiesta, sono occasioni che vanno colte al volo, prenotando con largo anticipo.
Un altro aspetto da considerare è l'orario di viaggio. Per sentire meno la durata del trasporto, è meglio partire la sera, così si arriva a destinazione nella mattinata e si ha disposizione una giornata intera e, se il mare e la sistemazione lo consentono, si arriva poco affaticati dal viaggio.

Aereo per la Sardegna: come scegliere
Gli aereoporti della Sardegna sono 3: due sono collocati a nord dell'isola, Olbia-Costa Smeralda e Alghero, e uno a sud, a Cagliari.
I voli per la Sardegna partono da numerosi aeroporti italiani, da nord a sud, come Bologna, Napoli, Milano, Pisa, Verona, Torino, Venezia e Palermo.
Per scegliere il luogo di atterraggio è importante capire le distanze dall'aeroporto al luogo di villeggiatura e valutare se conviene spostarsi con i mezzi pubblici o noleggiare un’auto. 

Quando si viaggia in aereo, il consiglio è di valutare le caratteristiche dell'assicurazione bagaglio, perché, con il caos degli aeroporti e gli scioperi del personale, il rischio di perdere le proprie valigie con gli effetti personali è molto alto. Esistono assicurazioni, come la compagnia Holins, che propongono polizze per i bagagli con formule personalizzate e assistenza 24h su 24, limitando così il disagio e riducendo i tempi di risoluzione del problema, grazie a tempestive segnalazioni e la certezza di rimborsi per i ritardi di consegna.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.