Nell’ultimo periodo assistiamo all’emergere di due fenomeni che sono apparentemente in controtendenza tra loro. Il primo è il nostro essere sempre più dipendenti dalla tecnologia: dagli smartphone agli elettrodomestici per la casa, utilizziamo sempre più dispositivi elettronici per qualsiasi esigenza. Il secondo è una crescente attenzione ai consumi, sia perché l’utilizzo di un alto numero di dispositivi elettronici impatta sulla bolletta, sia perché il consumo energetico si riverbera anche sull’inquinamento, dal momento che oggi l’energia è ancora prodotta solo in minima parte dalle fonti rinnovabili.

Ed ecco perché le case produttrici tendono a progettare e immettere sul mercato elettrodomestici che consumano sempre meno, e che risultano essere anche i prediletti dai clienti. L’attenzione all’efficienza energetica vale soprattutto per una certa categoria di elettrodomestici, quelli che consumano di più per via delle loro dimensioni e del loro uso. Rispetto a questi, prestare attenzione ai consumi fa davvero la differenza. Curiosi di sapere quali sono? Abbiamo stilato una top 5 per voi!

  • Il forno elettrico

È un elettrodomestico che, per dimensioni e frequenza d’uso, si pone decisamente in cima alla classifica dei più “spreconi”. In realtà, il suo consumo dipende dalla temperatura: 60 minuti a 180 gradi consumano infatti circa 1kWh, mentre a 200 gradi il consumo arriva a salire anche del 50%. Una differenza si ha anche se si usa la modalità statica o ventilata, in quanto quest’ultima velocizza la cottura portando a consumare meno.

Lavatrice e asciugatrice

  • Lavatrice e asciugatrice

Anche in questo caso il consumo dipende dalle dimensioni degli elettrodomestici e dalla loro frequenza d’uso, ma la cosa più importante è la classe energetica dell’elettrodomestico. Di questi tempi, il mercato è ricco di modelli a basso consumo energetico, A++ o A+++, che garantiscono performance ottimali anche a basse temperature. Cerca sul portale LeMiglioriLavatrici per trovare la migliore lavatrice o asciugatrice del 2021 e ottenere un gran risparmio nel lungo periodo.

  • Ferro da stiro

Una buona notizia per chi detesta stirare: il ferro da stiro, a causa delle alte temperature e del fatto che lo si usa con una certa frequenza, è tra gli elettrodomestici che incidono di più sul costo della bolletta. Cosa fare allora? Ricorrere ai trucchi della nonna: stendere bene ed evitare di stirare alcuni capi e tessili, dai jeans agli asciugamani, che possono farne a meno.

  • La lavastoviglie

La lavastoviglie presenta un doppio problema di consumo. Non solo energia elettrica, infatti, ma anche acqua. Il consumo, in questo caso, va dai 7 ai 15 litri, ma si può ridurre scegliendo modelli con classi energetiche elevate, in particolare dalla A+ alla A+++. Va detto, però, che il consumo di acqua è notevolmente inferiore rispetto al lavaggio a mano. Un altro modo per risparmiare è quello di evitare l’asciugatura ad aria calda, limitandosi semplicemente ad aprire lo sportello.

  • Stufe elettriche

Sebbene a volte siano di piccole dimensioni, le stufe elettriche sono in realtà in grado di consumare davvero molto, fino a 2kWh. In più, a differenza dei ferri da stiro, il consumo non si riduce una volta raggiunta la temperatura, ma rimane costante. Un grande impatto in bolletta quindi, specie perché si tende a tenerle accese per tutto il giorno e anche di notte. Il consiglio? Prediligere i modelli più efficienti, e ridurne l’uso prediligendo sistemi di riscaldamento più ecologici, ad esempio isolando porte e finestre.

Stufe elettriche

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.