Bonus

Girovagando per le vie di molti paesi e cittadine della Sardegna, sicuramente si nota la differenza rispetto a qualche anno fa. Tante sono le abitazioni con le facciate rifatte a nuovo e ancora tante invece han bisogno di una bella ristrutturata. Gran parte del merito dell’abbellimento del decoro urbano anche nelle proprietà private è sicuramente da attribuire ai vari bonus e agevolazioni fiscali introdotti dalla legge di bilancio 2020.

Bonus facciate 2022 – Quanto si risparmia?

Il Bonus Facciate 2022 è un'agevolazione fiscale che permette di ottenere una detrazione d’imposta del 60% ripartita in 10 quote annuali. In pratica si può recuperare il 60% dell’importo speso in 10 anni, sotto forma di credito d’imposta nella dichiarazione dei redditi annuale. In realtà per chi non vuole attendere 10 anni, può risparmiare subito grazie alla cessione del credito, ovvero cedendo a terzi il credito d’imposta a terzi che anticipano l’importo. Un altro sistema per recuperare subito il 60% delle spese è lo sconto in fattura. In questo caso chi esegue i lavori applica direttamente lo sconto nella fattura e sceglie se recuperare il credito d’imposta o cederlo a terzi.

Quali lavori si possono realizzare con il Bonus Facciate 2022?

Si può usufruire del bonus per lavori eseguiti sulla parte esterna visibile degli immobili come pulitura e tinteggiatura di facciate, ripristino balconi, sottobalconi e muri esterni, verniciare le inferriate, cambiare grondaie e qualsiasi lavoro di miglioramento termico eseguiti sempre e solo nella parte esterna dell’edificio, assicurando alla casa un nuovo aspetto degno di nota. I Lavoro devono essere eseguiti su immobili di qualsiasi categoria catastale che si trovano in centri storici, aree totalmente o parzialmente edificate o zone simili su base dei regolamenti locali/regionali.

Come e dove richiedere il Bonus

E’ possibile fare richiesta del Bonus Facciate 2022 attraverso il sito ufficiale dell’agenzia dell’entrate. Per essere sicuri che la richiesta vada a buon fine, occorre presentare una documentazione specifica e dettagliata che includa: la visura catastale con la domanda di accatastamento, l’atto di acquisto del fabbricato dove si intende eseguire i lavori, un autocertificazione che dimostri che la facciata sia esterna e visibile, le fatture emesse dall’impresa esecutrice, oltre allo stato di famiglia ed altra documentazione specifica anche in base all’importo speso. Sul portale dell’agenzia delle entrate oltre al modulo di comunicazione degli interventi, è presente un dettagliato file pdf con tutte le istruzioni per la compilazione del modulo di richiesta. Alla voce “dove si compila” del documento, sono indicate nello specifico tutte le voci da compilare con la spiegazione minuziosa per ogni punto da completare.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.