carbonia

Ennesimo incidente a Carbonia in Piazza Repubblica, secondo quanto indicato dai residenti la colpa sarebbe sopratutto del semaforo spento all'incrocio, oltre che dal mancato rispetto dei limiti di velocità e della segnaletica stradale.

Questo il post inserito sui social da chi ha prestato i primi soccorsi alle persone coinvolte nell'incidente

"Solitamente tendo a farmi gli affari miei , ma questa volta non riesco a star zitto ! È il secondo incidente davanti alla mia agenzia in meno di una settimana A CAUSA DEL SEMAFORO SPENTO ....

Questa volta mi sono ritrovato dentro la macchina rovesciata ad aiutare insieme al gommista , una coppia di signori, che a prima vista sembrano star bene !
Ma io mi chiedo ... possibile che ci vuole così tanto tempo per sistemare un semaforo ? Stiamo aspettando il morto ????
La scorsa settimana un pullman ha preso in pieno una macchina ...
Spero che di dovere trovi una celere soluzione ! Perché nessuno vorrebbe vedere al prossimo incidente figli amici o parenti incastrati nelle lamiere ....
Scusate lo sfogo ....ma in Italia se nessuno parla i tempi diventano biblici !""

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.