peperone

"Adotta un peperone" è un innovativo progetto social, ideato da Stefano Picciau agricoltore di 40 anni che si occupa principalmente della coltivazione di prodotti in pieno campo, come peperoni, melanzane, patate americane, cicoria, puntarelle, cardi, carciofi tardivi e tanto altro nella sua azienda Agricola di Assemini a conduzione famigliare.

Il progetto “Adotta un Peperone” consiste nell’adottare una o più piante di peperone, e tramite i canali social, seguirne tutte le sue fasi di sviluppo, dalla semina, alla raccolta.

Successivamente i frutti delle piante adottate potranno essere ritirati direttamente in azienda.

E' possibile adottare una piantina con soli 10 euro dal sito adottaunpeperone.it e al termine della "crescita" si potrà ritirare la produzione della stessa piantina, fino a 3kg di peperoni

Peperoni Gialli, Rossi, Friggitelli o Peperoni Piccanti, tutti rigorosamente a Km 0. Le consegne delle adozioni partiranno per il peperone friggitello/piccante a fine Luglio, mentre per i gialli/rossi si dovrà attendere a fine Agosto, inizi Settembre

Per partecipare al progetto, consultare il sito www.adottaunpeperone.it 

 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.