Ormai tutti i settori, dal pubblico al privato, devono avere una presenza online e negli anni della pandemia la rivoluzione digitale ha accelerato notevolmente. Ogni azienda, grande o piccola che sia, ha bisogno di avere un sito web e di qualcuno che glielo progetti e ne assicuri funzionalità ed efficienza: questo professionista è lo sviluppatore web, o web developer. 

Saper programmare è ormai un trampolino di lancio per una carriera promettente e molto richiesta, che sembra crescere anche negli anni futuri.

Scopriamo cosa fa un web developer, i corsi per diventarlo e quali sono le prospettive per il suo futuro.

 developer

Quali sono le mansioni del web developer?

Prima di capire come diventare sviluppatori web è necessario sapere di cosa si occupa.

Il web developer, chiamato anche programmatore o sviluppatore web, è una figura professionale del settore informatico che, fondamentalmente, programma i siti internet e le applicazioni che siamo abituati a usare ogni giorno sui nostri dispositivi. 

Per farlo, utilizza diversi linguaggi di programmazione andando a creare la struttura e le funzionalità dei siti Internet ma anche di pagine statiche più semplici o di e-commerce, assicurando un corretto funzionamento e prestazioni ottimali nel tempo. 

Un buon sito web, infatti, deve essere intuitivo per offrire una buona user experience e convertire gli utenti in nuovi clienti, deve garantire la sicurezza dei dati ed essere sempre funzionale, ottimizzato ed efficiente.

Quali sono i migliori corsi per imparare a programmare?

Non si può definire un unico percorso per diventare sviluppatore web, perché si possono seguire più strade e provenire da background diversi. 

Sicuramente, una delle opzioni più consigliate è studiare programmazione tramite dei corsi di informatica online, come quelli di Aulab.

Aulab, infatti, è il sito italiano che da anni offre corsi di programmazione interamente online, sia per chi inizia da zero che per chi ha già esperienza e vuole migliorare: la sua Hackademy, ad esempio, è un corso intensivo che in soli 3 mesi ti prepara alla carriera del programmatore.

Con questi bootcamp e con gli altri materiali che si trovano su Internet (come video-corsi, workshop e altri contenuti gratuiti o a pagamento) sarà possibile imparare i linguaggi di programmazione che servono per cominciare a creare i propri progetti.

Il solo studio nozionistico non basta a diventare web developer: è la continua pratica e l’esercitazione che faranno la differenza.

Qual è il futuro del web developer e quanto guadagnerà?

Le aziende private e quelle pubbliche sono sempre in cerca di sviluppatori web perché avere un sito web aziendale di qualità è ormai imperativo.

Per questo, anche se in molti altri settori si patisce un rallentamento o una vera e propria crisi, la richiesta di programmatori del web è sempre in costante aumento e non sembra intenzionata a frenare.

Sono già molti i professionisti in questo settore che hanno constatato una maggiore mole di lavoro e più offerte di collaborazioni durante gli ultimi anni di pandemia, perché sono stati tantissimi i brand e le aziende che hanno dovuto trasportare online la propria attività e affermare una migliore presenza sui motori di ricerca. 

Dato che la presenza digitale sta diventando sempre più importante in ogni settore, si stima che il ruolo del web developer sarà sempre più richiesto anche in futuro, e la domanda aumenterà del 13% entro il 2028, molto più di quanto accadrà per le altre professioni. 

Con un incremento così importante della richiesta di sviluppatori di siti web, aumenterà anche il loro potere di negoziazione e, nonostante non si possa fare una stima precisa, si prevede che anche i loro stipendi andranno ad aumentare di pari passo.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.