Cagliari

(Ansa) Cagliari è la terza città più trendy d'Italia, dietro solo a Firenze e Parma. A sancirlo è una speciale classifica di BravoSconto, che ha realizzato uno studio sulle 25 città più grandi del Belpaese per popolazione incrociando 34 fattori di interesse riguardanti categorie quali arte e cultura, food & beverage, shopping, estetica, benessere e spazi all'aperto.

Uno dei dati che spicca, è l'assenza delle città del centro-sud Italia dalla top ten. Sull'ultimo gradino del podio, la bellezza del capoluogo sardo fa il paio con un costo della vita basso, il migliore del ranking: 1.225 euro contro la più costosa di tutti, Milano, con 1.698 euro. La città sarda viaggia forte anche nella ristorazione, dove ottiene il secondo posto grazie ai più di dieci ristoranti per km quadrato.

 La pandemia ha rivoluzionato abitudini e modo di lavorare. Tanti hanno scelto il mare, i borghi e la campagna. Ma è probabile che una buona fetta di smartworkers abbia optato per i grandi centri tenendo presente l'offerta che ogni città è in grado di garantire.

 "Abbiamo studiato accuratamente ogni dettaglio per stilare una classifica veritiera delle città più trendy - commenta Marco Farnararo , CEO di Bravo Savings Network -. Sappiamo quanto l'Italia goda di un patrimonio storico, culturale ed enogastronomico che tutto il mondo ci invidia.

Ma in una società che cambia, anche grazie alla diffusione del lavoro agile, eravamo curiosi di scoprire quali città possono essere più appealing per chi ha la fortuna di poter scegliere il luogo in cui vivere e lavorare". 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.