Il mercato dell'online gaming, ormai lo sappiamo tutti, è davvero molto fruttuoso: sono tantissime le aziende che stanno avendo un grande successo in questo campo e tanto ancora ne macineranno, dato che il settore è il grandissima ascesa. Si parla di un incremento, su base annuale, del 17,5% per i prossimi otto anni: servizi come Voglia Di Vincere casinò online sono sulla cosiddetta "cresta dell'onda".
Di certo il fatto che il virus ci ha tenuti tutti in casa a lungo ha fatto miracoli, per il settore, ma non è certamente solo questo: l'avvento di tecnologie sempre nuove e avanguardistiche ha rivoluzionato il mercato dell'online gaming in modo radicale da ormai diversi anni, attirando a sé un sempre maggior numero di giocatori, abituali o no.

ANCHE AMAZON VUOLE LA SUA PARTE
Il lancio di Luna, un servizio basato su cloud da 5,99 dollari per 30 giorni che fornisce videogiochi che possono essere "lanciati" su PC, televisori, tablet e smartphone, proietta Amazon nella lotta per l'accaparramento di una fetta di questo fiorente mercato, che si prevede supererà i 200 miliardi di dollari nei prossimi 12 mesi.
L'informazione arriva pochi giorni dopo che Microsoft ha investito 7,5 miliardi di dollari per l'acquisto dello sviluppatore di videogiochi ZeniMax, e nello stesso mese Microsoft e Sony hanno permesso ai clienti di effettuare i pre-ordini per la loro nuovissima tecnologia di console per videogiochi.
Amazon ha dichiarato che il mondo sta entrando nell'"età d'oro del gioco" e fornirà titoli comuni come Sonic the Hedgehog e videogiochi di alto livello equivalenti ad Assassin's Creed, da realizzare senza la costosa attrezzatura da gioco. Un controller multi-device che Amazon sta promuovendo costerà soli 49 dollari.
"Questo è solo l'inizio, Game Wars è la nuova mega-cap tech race", ha dichiarato Neil Campling, analista tecnico di Mirabaud Securities. "Amazon, Apple, Google, Facebook e Microsoft vogliono lanciarsi nel gioco".

Non ci resta che attendere gli sviluppi!

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.