Viviana e Gioele, il mistero dei misteri: le tre ipotesi in campo, ma dove è finito il bambino? Il giallo dell’estate continua, ancora senza certezze. Le ricerche sono state estese, appello del magistrato: chi ha visto qualcosa si faccia avanti. I pm che indagano sul caso stanno valutano diverse piste, come riporta oggi il nostro giornale partner Quotidiano.net: “Al momento, si stanno concentrando su cosa abbia fatto Vivana una volta uscita allo svincolo di Sant’Agata. Sono tre le ipotesi su cui stanno insistendo maggiormente. La prima è che la donna abbia consegnato il piccolo Gioele a qualcuno e poi si sia tolta la vita. La seconda è che la dj avesse un appuntamento fuori dall’autostrada. Qualcosa sarebbe andato storto e la donna sarebbe stata uccisa. Il cadavere della 43enne sarebbe stato poi gettato nella boscaglia di Caronia. Il figlio potrebbe essere stato ucciso assieme alla madre oppure portato via. La terza ipotesi è anche la più tremenda: Viviana avrebbe ucciso il piccolo Gioele; avrebbe nascosto il corpicino da qualche parte e si sarebbe poi tolta la vita”.

Leggi la notizia completa con tutti i particolari sul nostro giornale partner Quotidiano.net: https://www.quotidiano.net/cronaca/viviana-parisi-notizie-1.5401237

L'articolo Viviana e Gioele, il mistero dei misteri: le tre ipotesi in campo, ma dove è finito il bambino? proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.