Oristano

Al San Martino nei giorni scorsi ancora un viaggio inutile per diverse persone prenotate da mesi

Nuovi problemi per i pazienti oncologici del “San Martino”. Dopo il caso dei pazienti rimandati a casa senza poter fare la chemioterapia per l’assenza di un farmacista, lunedì oltre dieci pazienti sono stati respinti dal servizio di Oncoematologia.

Nonostante da diversi mesi avessero una visita prenotata,  si sono sentiti dire solo a metà mattina che l’unico specialista rimasto nel servizio non poteva visitarli. E così hanno dovuto prendere la strada del ritorno verso i loro comuni di residenza, distanti fino a oltre 50 chilometri dal capoluogo.

Facile immaginare preoccupazioni e disagi, per loro e per i loro accompagnatori, costretti spesso ad assentarsi dal lavoro: ora, oltre tutto, dovranno cercare un’altra struttura a cui fare riferimento.

Da ricordare che dopo le dimissioni di uno dei due medici del servizio di Oncoematologia, il direttore e unico specialista rimasto, il dottor Luigi Curreli,  ha disposto la sospensione delle prime visite e degli appuntamenti per controlli, con i pazienti costretti quindi a rivolgersi ad altre strutture, come il “Businco” di Cagliari, già in grave sofferenza.

Una decisione che avrebbe dovuto essere seguita dalle telefonate degli addetti del Cup, incaricati di disdire gli appuntamenti già fissati. Telefonata che evidentemente non hanno ricevuto i pazienti arrivati nei giorni scorsi, costretti a ritornare a casa dopo un viaggio a vuoto.

Mercoledì, 27 ottobre 2021

leggi anche
ChemioterapiaSanità
Farmacista in malattia, chemio annullate senza preavviso al San Martino
leggi anche
Oristano ospedale San MartinoPrima categoria
Oncoematologia: nuovo stop al San Martino, bloccate le prime visite per mancanza di medici

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.