Secondo incontro con il commissario Arcuri e i sindaci metropolitani per definire la nuova fase del piano vaccinale. Presente anche il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu. Che ha chiesto, al commissario straordinario per l’emergenza Covid, “di considerare come categorie essenziali tutti i lavoratori del settore turistico e vaccinarli subito, a marzo, in modo da consentire agli operatori – dagli alberghieri al personale dei trasporti, a quelli dei servizi turistici a contatto con il pubblico – di programmare la stagione turistica e di vendere la Sardegna come destinazione sicura. A questo è però fondamentale affiancare una strategia definita con regole certe per la gestione dei flussi turistici in entrata per evitare di ripetere gli errori commessi”, spiega Truzzu.“Per questo sostengo la proposta di Christian Solinas di un certificato di negatività o di vaccinazione per chi arriva in Sardegna. Solo in questo modo possiamo garantire la sicurezza e rilanciare il comparto turistico sardo, che da solo rappresenta il 7% dell’economia regionale. Gran parte della nostra Isola vive grazie al turismo e un altro anno senza lavoro sarebbe l’ennesimo affronto ai danni del popolo sardo”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.