La stretta anche a Pasqua e Pasquetta, seguendo il “modello Natale 2020” che ha portato ad un’alternanza di giorni rossi e arancioni? Il Governo Draghi ci pensa, il nuovo Dpcm sarà valido sino al prossimo sei aprile. E le gite fuori porta sembrano già un lontano ricordo, per il secondo anno consecutivo è quasi impossibile pensare a degli allentamenti proprio nelle due giornate festive. Un piano, ancora da ufficializzare, che fa infuriare Matteo Salvini, che con la Lega ha deciso di appoggiare il Governo ma che, allo stesso tempo, tuona contro l’ulteriore serrata in vista: “La parola al buon senso. I sindaci di tutte le città chiedono di riavviare alcune attività economiche, sociali e imprenditoriali che non comportano nessun rischio. Mi rifiuto di pensare ad altre settimane e altri mesi di chiusura e di paura. Se ci sono situazioni locali a rischio, si intervenga a livello locale”.“Parlare già oggi di una Pasqua chiusi in casa è irrispettoso per gli italiani”, afferma Salvini. La Lega, quindi, potrebbe clamorosamente andare allo scontro con la sua stessa maggioranza già nei prossimi giorni, quando saranno definite anche le regole da seguire per il ponte pasquale.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.