Scende a 0,98, sotto la soglia d’allarme di 1, il valore dell’Rt nazionale in Italia: sette giorni fa era a 1.08. L’incidenza dei casi Covid si attesta a 232 casi ogni 100mila abitanti contro i 240 della scorsa settimana. Sono questi i valori ufficiali che i tecnici dell’Iss e del ministero della Salute stanno esaminando, in attesa del monitoraggio settimanale, tra qualche ora, attraverso il quale saranno assegnati anche i colori alle varie regioni. Cambi? Nessuno, almeno stando alle anticipazioni. La Sardegna rimarrà arancione, qualche altra regione avrà il “rosso” sicuro sino al venti aprile. E, soprattutto, niente regioni “gialle”, tonalità abolita per tutto aprile.Ieri i dati della Fondazione Gimbe, come ricorda anche il nostro giornale partner Quotidiano Nazionale, hanno evidenziato che nella settimana 24-30 marzo 2021, rispetto alla precedente, è stata registrata una nuova riduzione dei nuovi casi (141.396 rispetto a 150.181, pari a -5,9%) a fronte di un incremento del 4,8% dei decessi (3.000 rispetto a 2.878). Stabili i casi attualmente positivi (562.832) mentre sono in aumento del 2,8% i ricoveri con sintomi (29.231 rispetto a 28.428) e del 4,8% le terapie intensive (3.716 rispetto a 3.546).

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.