“Esprimo ai familiari del Maresciallo Diana le mie sentite condoglianze per la scomparsa del loro caro Marco,   intervenuta   a   seguito   di   una   lunga   e travagliata vicenda sanitaria, e di ricorsi giudiziari, relativi   al   riconoscimento   professionale   delle patologie e dei connessi risarcimenti e benefici, a fronte   dell’impiego   del   militare   nelle   missioni all’estero.”   –   rende   noto   il   Sottosegretario   alla Difesa, Giulio Calvisi, dopo aver appreso la triste notizia della scomparsa del Sottufficiale dell’Esercito.

“Il tema della condizione delle “vittime del dovere”, anche   attraverso   la   previsione   di   un   giorno commemorativo simbolico dedicato, e di specifici ristori da danni patiti e di sostegno economico a superstiti e familiari, è all’attenzione del governo.

Sono in corso al Senato i lavori parlamentari volti​ alla revisione della normativa, tra cui l’allargamento della   platea   del   riconoscimento,   la   contestuale riunificazione delle iniziative legislative pendenti sull’argomento,   oggetto   di   apposito   incarico   al comitato   ristretto   della   commissione   affari costituzionali del senato.” – ha concluso Calvisi.

L'articolo Villamassargia, il cordoglio del Governo per la morte di Marco Diana: “Una vittima del dovere” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.