VILLACIDRO. Colto in fallo e recidivo nell’applicazione delle normative anti Covid19, il bar “Mix Caffè” di via Roma è stato chiuso per altri cinque giorni dopo che la titolare era stata sanzionata per lo stesso motivo altre due volte a marzo e aprile scorsi. I carabinieri della Compagnia di Villacidro, su disposizione del comandante tenente Francesco Capula, hanno effettuato un servizio di prevenzione in paese e proceduto al controllo, tra gli altri, del Mix Caffè, finalizzato alla verifica del rispetto delle norme di prevenzione sul contrasto alla diffusione del Covid-19. Nello specifico è stato accertato che, la titolare aveva consentito l’accesso al predetto loca-le di diverse persone prive della certificazione verde “green pass” e consentito altresì l’aggregazione fra gli avventori senza che fosse mantenuta la distanza di almeno un metro tra loro. All’interno del locale, come visto dai carabinieri, non era rispettato altresì l’obbligo di indossare corretta-mente le mascherine. I militari, sulla base della condotta recidiva della titolare, che già il 4 marzo e il 16 aprile scorsi era stata sanzionata per analoga violazione, ravvisando l’inosservanza delle prescrizioni finalizzate a prevenire o ridurre il contagio da Covid-19, hanno disposto la sospensione dell’attività commerciale per giorni cinque e informato l’autorità amministrativa per eventuali altri provvedimenti. (l.on)

VILLACIDRO. Colto in fallo e recidivo nell’applicazione delle normative anti Covid19, il bar “Mix Caffè” di via Roma è stato chiuso per altri cinque giorni dopo che la titolare era stata sanzionata per lo stesso motivo altre due volte a marzo e aprile scorsi. I carabinieri della Compagnia di Villacidro, su disposizione del comandante tenente Francesco Capula, hanno effettuato un servizio di prevenzione in paese e proceduto al controllo, tra gli altri, del Mix Caffè, finalizzato alla verifica del rispetto delle norme di prevenzione sul contrasto alla diffusione del Covid-19. Nello specifico è stato accertato che, la titolare aveva consentito l’accesso al predetto loca-le di diverse persone prive della certificazione verde “green pass” e consentito altresì l’aggregazione fra gli avventori senza che fosse mantenuta la distanza di almeno un metro tra loro. All’interno del locale, come visto dai carabinieri, non era rispettato altresì l’obbligo di indossare corretta-mente le mascherine. I militari, sulla base della condotta recidiva della titolare, che già il 4 marzo e il 16 aprile scorsi era stata sanzionata per analoga violazione, ravvisando l’inosservanza delle prescrizioni finalizzate a prevenire o ridurre il contagio da Covid-19, hanno disposto la sospensione dell’attività commerciale per giorni cinque e informato l’autorità amministrativa per eventuali altri provvedimenti. (l.on)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.