E’ accaduto stanotte, alle 2 circa, a Villacidro. I carabinieri del Radiomobile hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia di un 25enne operaio del luogo, già in passato destinatario di denunce. Il giovane, all’interno della propria abitazione e in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcool, ha percosso per futili motivi il padre 61enne. Visitato dalla locale guardia medica, l’uomo è stato giudicato guaribile in 5 giorni. La pattuglia dell’Arma è giunta sul posto a seguito di una chiamata sul 112 di alcune persone che hanno sentito le urla dell’aggressore e hanno potuto constatare quanto accaduto. L’ultimo episodio si aggiunge ad altri pregressi episodi che hanno reso impossibile la coesistenza familiare, ragione per cui i militari hanno deciso di arrestare l’uomo che attenderà nelle camere di sicurezza della caserma di Villacidro l’udienza di convalida prevista per oggi. È verosimile che il giovane venga allontanato dalla casa familiare, vista la condizione che si è ormai venuta a creare e che si debba trovare una sistemazione lontano dai genitori.

L'articolo Villacidro, in preda agli effetti dell’alcol picchia il padre: giovane operaio arrestato per maltrattamenti proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.