Viale Marconi, è scontro Truzzu-Milia: “Progetto in alto mare perché Quartu è in ritardo sui fondi per Is Pontis Paris”. Il sindaco di Cagliari non ha evidentemente gradito le critiche mosse nelle scorse ore da Graziano Milia. Alcuni chiarimenti sulla sperimentazione del senso unico in viale Marconi da parte dell’amministrazione comunale Ale di Cagliari.

“Il senso unico in viale Marconi al momento è necessario per garantire maggiore celerità dei lavori. La sperimentazione ha causato disagi, in parte già superati, e si sta lavorando a pieno regime per soddisfare le esigenze di tutti: pedoni, automobilisti, pendolari e commercianti”, afferma il sindaco Paolo Truzzu.

“L’Amministrazione è consapevole che occorra una accelerata e si sta lavorando a pieno ritmo, ma bisogna considerare che prima di esprimere un giudizio definitivo sull’intero progetto, è necessario attendere almeno la fine dei lavori e solo dopo valutarne l’effettiva funzionalità. È assurdo oltre che fuorviante giudicare un progetto con un cantiere in corso.

L’obiettivo principale come sempre dichiarato è aumentare la sicurezza nella strada intercomunale più trafficata d’Europa, con un elevato tasso di incidentalità, anche mortale, garantendo la presenza dei marciapiedi, fino a via Mercalli, oggi totalmente assenti e necessari, migliorando l’illuminazione e garantendo la presenza del verde.

Gli stessi sindaci interessati, e quindi quelli dell’hinterland cagliaritano, durante la conferenza stampa di illustrazione del progetto, si erano mostrati d’accordo su tempi e modalità.

Mentre si cerca di accelerare tutto l’iter che porterà a un annullamento dei disagi che si riscontrano oggi,  si precisa che l’Amministrazione è perfettamente in linea con i tempi, avendo già investito nel progetto importanti risorse, che prevedono anche la realizzazione di marciapiedi, parcheggi e illuminazione nel tratto di via Mercalli all’incrocio con via Galvani. È necessario che ognuno si assuma le proprie responsabilità. Il progetto infatti si sarebbe potuto portare avanti in maniera più spedita se il comune di Quartu non avesse trasferito i fondi per sistemare lo svincolo di Is Pontis Paris alla Città Metropolitana solo a novembre. È necessario infatti allargare e mettere in sicurezza Is Pontis Paris, tratto di strada cruciale che si è rivelato pericoloso negli anni, dove purtroppo hanno perso la vita diverse persone, e che ancora costituisce il punto principale in cui continuano a crearsi gli ingorghi. Quanto al video diffuso dall’Amministrazione di Cagliari, il concetto è che vi sono percorsi alternativi che servono per evitare il congestionamento di via Mercalli e via Galvani, ed evitare di intasare Genneruxi. Intanto si è già riscontrato un miglioramento del flusso veicolare rispetto ai primi giorni”, spiega in una nota l’amministrazione comunale di Cagliari.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.