Marrubiu

Appello dai religiosi della comunità locale

Venti di guerra all’Est,  tra l’Ucraina e la Russia, e inviti alla pace da Marrubiu,  dove ha sede una delle storiche comunità ortodosse della Sardegna.

«La situazione è delicata, non ci resta che pregare», afferma accorato padre Nestor Veselyy del monastero di Sant’Antonio il Grande.

La crisi tra i due Stati dell’Est Europa è sempre più grave  a seguito del riconoscimento da parte del presidente russo Vladimir Putin delle repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk e l’ingresso delle forze armate russe nella regione di confine del Donbass, autodichiaratasi indipendente dall’Ucraina nel 2014.

«Entrambi i popoli soffrono – commenta padre Veselyy –. Comprendo che la situazione sia difficile: nel territorio ucraino di confine ci sono persone di origine russa, arrivate durante il regime di Stalin. Non posso biasimarli, ma non significa che l’Ucraina deve cedere il territorio ai russi: siamo nel terzo millennio, questi problemi non dovrebbero esserci. È necessario che ogni governo gestisca il suo territorio come meglio può fare».

Si unisce alle richieste di pace padre Pino Pia della chiesa ortodossa “S.S. Madre di Dio del Perpetuo Soccorso”, di Marrubiu, che invita alla preghiera: «È a rischio la serenità della Chiesa, l’unione tra i fedeli. A causa della prepotenza degli uomini, il maligno agisce indisturbato e ci mette gli uni contro gli altri. Dobbiamo evitarlo. Io appartengo alla Russia, se in chiesa viene un greco o un ucraino per me è un fratello in Cristo», sottolinea il padre ortodosso.

Martedì, 22 febbraio 2022

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.