Nel quartiere della Marina dove è sempre più diffuso il bivacco di minorenni in stato di ubriachezza

CAGLIARI. Nella movida della Marina, i minorenni continuano a bere smodatamente e ad ubriacarsi senza ritegno. Qualcuno fra i commercianti del quartiere continua a vendere loro superalcolici, incuranti dei controlli e delle sanzioni amministrative subite. Come appunto i commercianti stranieri, che nella serata di sabato scorso 29 gennaio sono stati sanzionati dal personale della Divisione amministrativa della questura che ha operato numerosi controlli nei locali della zona “Marina” per contrastare il fenomeno dei minori in stato di ebbrezza che gravitano nel popoloso quartiere.

Nell’ambito di tale attività, oltre identificare numerosi minori in possesso di bottiglie di super alcolici, la polizia ha provveduto a sanzionare gli esercizi che avevano appena venduto loro le bevande proibite. In particolare, a seguito della vendita di vodka ad alcune ragazze minori di 16 anni, è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari lo straniero regolare sul territorio titolare di un “market” sito in via Baylle. Anche un altro straniero titolare di un market in via Barcellona è stato sanzionato con contestazione amministrativa per la stessa condotta nei confronti di minori che, stavolta, avevano un’età compresa tra gli anni 16 ed i 18.(l.on)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.