Ha messo in vendita su una nota piattaforma un microonde usato a 598 euro. Poco tempo dopo una donna lo ha contattato dicendosi interessata e di voler pagare subito per bloccare l’affare. Il venditore, un operaio 25enne di Villacidro, è stato invitato dalla falsa acquirente a recarsi in uno sportello bancomat per ricaricargli una una carta di debito. Il malcapitato evidentemente non conosceva la strana procedura propostagli: ha quindi digitato sulla tastiera dell’apparato i magici tasti indicati dalla donna. Peccato che alla fine anzichè vedersi ricaricato il conto di 598 euro, se l’è visto svuotato della stessa cifra a vantaggio dell’interlocutrice. Resosi infine conto dell’inghippo truffaldino è corso in  caserma.

Seguendo il flusso del denaro con l’aiuto degli istituti di credito interessati i carabinieri sono infine risaliti ad una 48enne di Spinea, nel Veneto, già nota alle forze dell’ordine. È emerso poi che l’utenza telefonica con la quale la donna ha contattato la propria giovane vittima è intestata a un 28enne del Bangladesh residente a Milano, ma secondo i militari, si tratta probabilmente di un prestanome che ha acceso centinaia di contratti telefonici (in Italia si può fare), le cui carte SIM sono poi finite nelle direzioni più disparate ad alimentare le attività anonime più o meno pulite di chi vorrebbe non comparire laddove compia atti molto più che border line. La donna è stata denunciata.

L'articolo Vende un forno on line, ma gli svuotano il conto di 598 euro: beffato operaio di Villacidro proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.