Nel primo pomeriggio di ieri, a Sinnai, i carabinieri della locale Stazione, a conclusione di un’attività d’indagine scaturita dalla querela presentata da una casalinga di 56 anni, hanno denunciato alla Procura della Repubblica per danneggiamento un 38enne di Settimo San Pietro, nullafacente e con precedenti denunce a carico.

La donna aveva segnalato ai militari il danneggiamento della propria auto Land Rover. Dalla visione delle immagini degli impianti di videosorveglianza che coprivano l’area, i carabinieri hanno raccolto inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti dell’uomo, quale autore materiale del danneggiamento dell’autovettura, avvenuto per motivi di risentimento successivamente confessati. L’auto era stata scelta per errore, nei confronti quindi di una donna che egli nemmeno conosceva. Il vandalo aveva sfondato il parabrezza e ammaccato pesantemente la fiancata destra dell’auto, cagionando un danno da 2800 euro. L’uomo mirava piuttosto a colpire il mezzo di locomozione di un rivale in amore.

L'articolo Vandalizza un’auto ritenendola del rivale in amore, 38enne denunciato a Sinnai proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.