“Zona gialla fino al 30 Aprile? Un po’ esagerato. Mia suocera in Brasile è già stata vaccinata, qui in Italia invece andiamo a rallenty”.A Radio CASTEDDU, Valeria Baire di Capoterra: “Il mio compagno non lavora da un anno, è un tour operator, loro organizzano dei viaggi con gruppi di persone dal Brasile all’Europa. Non hanno perso una percentuale del lavoro, bensì il 100% del guadagno dell’intero 2020 e anche quest’anno è a rischio. In Brasile stanno andando avanti con le vaccinazioni, ieri mia suocera è stata vaccinata ma li funziona diversamente rispetto all’Italia: questa settimana hanno deciso di inoculare la fascia d’età dai 70 ai 73 anni. Si recano al drive in e, senza neanche scendere dalla macchina, abbassano il finestrino e ricevono la vaccinazione. Danno infine un certificato con il prossimo appuntamento. Tra l’altro il loro governo attuale è “negazionista” eppure le vaccinazioni vanno ben avanti”.Risentite qui l’intervista a Valeria Baire di Paolo Rapeanu e Gigi Garauhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/147260700629789/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.