Primo ciclo al 12 per cento della popolazione, richiami al 4,5 per cento

CAGLIARI. Dopo il quasi stop di Pasqua, con sole 39 somministrazioni, risalgono i numeri delle vaccinazioni in Sardegna ma le dosi inoculate nelle ultime 24 ore si fermano a 6.691 (4.718 primo ciclo e 1.973 richiami), ben lontano dalle oltre 8mila raggiunte nei primi due giorni di aprile e dal target delle 17mila al giorno fissate per fine mese dal commissario nazionale per l'emergenza, il generale Francesco Paolo Figliuolo, nella sua recente visita a Cagliari. Ad oggi nell'Isola è stato somministrato il 74,9% delle dosi, cioè 270.990 (prima dose 197.748 e seconda dose 73.242) su 361.870 fiale consegnate. In pratica almeno una dose è stata inoculata al 12,1% della popolazione sarda, mentre ha completato l'intero ciclo solo il 4,5% (16,62% il dato complessivo). Nella giornata di ieri ad essere vaccinata è stata soprattutto la categoria «altro» con 3.152 dosi, seguita da 2.151 over 80. Gli ultraottantenni in Sardegna sono 115mila, dei quali per ora - secondo il report del Governo - sono stati vaccinati con almeno una dose in 78.255. Coloro che rientrano nella fascia di età 70-79 anni sono, invece, 161.146 e di questi 18.703 hanno ricevuto almeno la prima dose. Vaccinato infine circa la metà del personale scolastico tra personale docente e non docente, 20.838 dosi su 44.105 persone, forze armate e di polizia, 7.877 inoculazioni su 14.892 aventi diritto. (ANSA)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.