Ad annunciarlo è l'assessore alla Sanità Mario Nieddu: non è più necessario tenere scorte

CAGLIARI. Le Regioni non hanno più l'obbligo di conservare il 30% delle dosi recapitate per garantire la seconda inoculazione. È una delle novità emerse dalla Conferenza delle Regioni e che più interessano la Sardegna che sinora aveva seguito alla lettera questa regola. L'assessore della Sanità Mario Nieddu l'ha chiesto espressamente al ministro della Salute Roberto Speranza e la risposta è stata che con i nuovi invii di vaccini non ci sarà più bisogno di mettere da parte le scorte. Resta, invece, bloccata la percentuale del 2,7%, cioè la quota di fiale a cui ogni Regione ha diritto quando vengono distribuite dall'hub nazionale. Dopo metà aprile arriveranno in Italia 7,3 milioni di farmaco Johnson&Johnson da utilizzare nel secondo trimestre, da aprile a giugno. Sempre secondo la proporzione del 2,7% all'Isola toccheranno circa 200mila dosi. In questo caso basta una inoculazione e per questo «l'accelerazione nella campagna sarà evidente».

Oltretutto, ha aggiunto l'assessore, «anche i medici hanno cominciato a vaccinare negli hub e a domicilio». Poi una precisazione: «Oggi Speranza ha ribadito che i medici di base sono obbligati a partecipare alla vaccinazione». Nessuna modifica dei criteri da rispettare in futuro per il prosieguo della campagna: «Si chiude con gli over 80, i fragili e poi si procede seguendo il criterio anagrafico», conferma l'assessore. Infine, a proposito delle prescrizioni per le Regioni, «abbiamo chiesto una revisione dei criteri e il ripristino della zona gialla». (ANSA)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.