Vaccini, il Codacons al Governo: “Commissari nelle Regioni lumaca”
La Sardegna si conferma all’ultimo posto, usato meno del 68% delle dosi

Vaccini contro il covid

“La lentezza con cui procede la campagna vaccinale in alcune regioni italiane è inaccettabile, perché determina discriminazioni tra cittadini in base al luogo di residenza e ha effetti sulla salute pubblica, esponendo i soggetti più fragili al rischio di contagi”. Anche il Codacons bacchetta indirettamente la Sardegna, ultima con appena il 67,8% delle dosi di vaccino utilizzate.

L’analisi dei dati ufficiali dell’Aifa promuove Provincia di Bolzano e Valle d’Aosta, che hanno utilizzato quasi il 95% delle dosi di vaccino ricevute. In coda alla classifica la Sardegna è staccata di oltre 5 punti percentuali dalla Liguria (che ha somministrato il 73,3% dei vaccini disponibili) e ancora più nettamente da Calabria (74,2%), Lombardia (79,2%) e Veneto (80,3%).

“Chiediamo al Governo di attivarsi”, ha detto il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, “sostituendosi alle Regioni ‘lumaca’ e gestendo direttamente le vaccinazioni nelle aree dove queste procedono a rilento. Chiediamo un incontro urgente al commissario Figliuolo per mettere a disposizione delle vaccinazioni le nostre sedi locali presenti sul territorio”.

Lunedì, 15 marzo 2021

L'articolo Vaccini, il Codacons al Governo: “Commissari nelle Regioni lumaca” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.