Furbetti del vaccino, zona rossa e banchetto con “porcheddu” a Sardara. La gestione dell’epidemia in Sardegna nel mirino della trasmissione Non è l’Arena su La 7. Dopo la bufera nella politica sarda esplosa la settimana scorsa, mentre i magistrati indagano sulle somministrazioni a parenti e amici dei medici e sui pranzi dei potenti in zona arancione e le famiglie e le imprese della Sardegna soffrono le misure stringenti della zona rossa con le vaccinazioni al palo, Massimo Giletti ha mandato le telecamere nell’Isola. Il servizio è partito da Oristano e si è concentrato sull’inchiesta della magistratura sui ”furbetti del vaccino” e le dosi somministrate ai parenti del personale medico. “Una storia italiana”, ha commentato dagli Usa lo scienziato Luca Pani (il primo ad abbandonare il comitato scientifico istituito lo scorso anno da Solinas che poi ha perso per strada tutti gli altri componenti), “ma non sono così tanto scandalizzato da chi si vaccina, ma lo sono maggiormente per i numeri e per il passaggio della Sardegna da zona bianca a rossa. Sui vaccini è evidente un sistema di clientele, favori e malasanità. I responsabili non si rendono conto della gravità della situazione”.Da Oristano a Sardara con l’intervista al giornalista dell’Unione Sarda Francesco Pinna, autore dell’inchiesta sul banchetto dei misteri. L’invito di Giletti non è riuscito a parlare con nessuno dei partecipanti: a vuoto i tentativi di intervistare il comandante della Forestale Casula, i dirigenti dell’Aou, il direttore generale dell’assessorato agli Enti locali Oppus e il portavoce di Solinas Esu. Il presidente del consiglio regionale Pais ha dichiarato alla trasmissione di non voler intervenire. Mentre secondo Giletti il presidente Solinas non ha nemmeno risposto.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.