A seguito del completamento dell’iter di progettazione e affidamento delle opere per la messa in sicurezza delle strade, a Uta ripartono a pieno ritmo le attività di manutenzione delle strade. I nuovi asfalti attualmente in corso, per un quadro economico di 540mila euro , anticipano, infatti, una lunga serie di interventi che interesseranno tutte le aree del paese, sia nelle zone centrali che in corrispondenza di vie più periferiche. Partendo da via Sant’Ambrogio, uno dei tre accessi al paese, in questi giorni mezzi e operai sono stati all’opera per il ripristino di quello che è uno dei tratti più trafficati della rete stradale comunale che presentava evidenti danneggiamenti del manto. Da questo primo intervento l’impresa esecutrice si sposterà in altre zone del paese dando priorità ad alcune delle vie più deteriorate e interessate da cedimenti del sottofondo stradale e a quelle strade urbane comunali che ancora sono prive di asfalto. In questi ultimi casi l’intervento comprenderà anche la realizzazione dei sottoservizi elettrici e idrici e l’installazione dei lampioni. Il complesso dei lavori appena avviati costituisce solo il primo di tre lotti da realizzare in altre zone del paese. Anche per il secondo e il terzo lotto (che comprenderanno, tra le altre, via Is Prunixeddas, via Giotto e l’accesso all’ecocentro comunale) è già stato approvato il progetto esecutivo e in parte sono stati ottenuti dalla, Regione i necessari finanziamenti per l’esecuzione degli interventi previsti. L’iter di assegnazione dei lavori per gli altri due lotti, per quanto dotato di copertura finanziaria, è in corso e sarà comunque subordinato al completamento dei lavori di adeguamento della rete di smaltimento delle acque meteoriche che stanno interessando via is Prunixeddas da diverse settimane.

 

 

 

Soddisfatto il sindaco Giacomo Porcu: “Dopo i milioni di euro reperiti e investiti nella scorsa consiliatura prosegue incessante l’impegno per garantire al paese una rete viaria efficiente e sicura. Nessuna zona verrà trascurata. Tanto è stato fatto ma siamo consci che un paese vasto come Uta, dotato di un’importante viabilità e in forte crescita necessiti di continui interventi, costante programmazione e ricerca di finanziamenti per poterli realizzare. L’assessore alla viabilità Emanuele Pinna aggiunge: “Per poter tagliare il nastro di partenza di queste opere di messa in sicurezza stradale ci sono voluti due anni, un tempo che in apparenza può sembrare lungo ma che, in realtà, è il minimo in considerazione a quante fasi propedeutiche occorre affrontare prima di avviare un cantiere: assegnazione dell’attività di ingegneria, progettazione in più livelli di dettaglio, reperimento dei fondi, creazione del bando di gara ed aggiudicazione dei lavori. Questo spiega il perché c’è tanta soddisfazione nel vedere avviato un cantiere tanto atteso e molta riconoscenza nel confronto degli uffici comunali che hanno lavorato intensamente per raggiungere questo importante traguardo”.

Fonte: Casteddu on line

Ultime Notizie

Leggi Tutte le Notizie di oggi in Sardegna

Per tutti gli aggiornamenti seguici su TELEGRAM