Si passerà a sei province con l'aggiunta di Gallura, Ogliastra e Sulcis e due città metropolitane: dopo Cagliari anche Sassari

CAGLIARI. Riorganizzazione delle Province in Sardegna sempre più vicina. Oggi 18 luglio nella commissione Autonomia presieduta da Pierluigi Saiu sono state unificate le quattro proposte di legge per l'istituzione degli enti intermedi della Gallura, dell'Ogliastra, Sulcis-Iglesiente e Città Metropolitana di Sassari. «Il testo unificato sarà discusso la prossima settimana in commissione - ha dichiarato  Saiu - e seguirà l'iter legislativo ordinario».

Il testo unificato dovrebbe approdare in Aula il 3 agosto. Il testo rispecchia l'accordo di maggioranza perfezionato ieri in occasione del vertice convocato da Christian Solinas. Al termine, infatti, il presidente della Regione ha annunciato che prima della pausa estiva sarà affrontata la prima parte della riforma degli enti locali, quella che riguarda proprio gli ambiti territoriali, restituendo autonomia alla Gallura e equilibrando il nord Sardegna con il riconoscimento della Città Metropolitana di Sassari.

Soddisfazione da parte dei firmatari delle proposte poi unificate. «L'istituzione della Città Metropolitana ha una valenza straordinaria per tutto il Nord Sardegna e oggi con l'avvio dell'iter in commissione possiamo dire che questo traguardo è molto vicino. Non credo di esagerare se definisco questo momento storico per il nostro territorio - ha detto Antonello Peru -: io sono profondamente soddisfatto e orgoglioso di essere primo firmatario di una proposta che Giunta e maggioranza hanno già dichiarato più volte di accogliere molto favorevolmente».

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.