Nuoro

Luca Virde era in permesso premio dopo la condanna a 15 anni per aver ucciso un compaesano nel 2012

Potrebbe essere frutto di una vendetta l’agguato che ieri notte in una strada di Nuoro è costato la vita a Luca Virde, 42 anni, di Silanus. Tra le piste seguite dagli investigatori anche la possibilità che l’omicidio sia legato all’uccisione del 2012 di Antonello Arca, per il quale Virde era stato condannato a 15 anni di carcere.

Ieri Luca Virde ieri stava tornando in cella dopo un permesso premio quando – intorno alle 22.30 – è stato colpito a morte in via Ruju. Spari a distanza ravvicinata, mentre entrava in auto.

I soccorsi da parte del 118 sono stati vani: i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo.

Dopo il delitto sono subito scattate le indagini da parte dei carabinieri, sono stati organizzati numerosi posti di blocco e visionate le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nella zona.

Virde stava scontando 15 anni di carcere per aver ucciso un compaesano nel 2012, alla festa del patrono di Silanus: durante una lite, aveva estratto un coltello e aveva colpito al cuore Antonello Arca. Fuga e una settimana di latitanza, prima di consegnarsi alla polizia.

Nel 2013 era stato condannato in primo grado e all’inizio dell’anno successivo era arrivata la la sentenza della Corte d’Appello, con la condanna a 15 anni di carcere.

Martedì, 15 febbraio 2022

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.