Una raccolta fondi per il deposito di surf bruciato a Putzu Idu
“Risorgere dalle ceneri”, si mobilita la comunità della marina di San Vero Milis

Risorgere dalle ceneri si può ma per farlo ci vuole l’aiuto di tutti. Dopo l’incendio che lunedì scorso ha divorato un deposito di surf sul lungomare di Putzu Idu, nella marina di San Vero Milis, è partita una raccolta fondi. L’idea è di Flavio Mallai, un amico del titolare della struttura finita in cenere.

“Oggi ho saputo che a causa di un incendio un amico ha perso parte del suo lavoro e la possibilità di iniziare la stagione”, scrive sui social Flavio Mallai. “Stagione già difficile a causa dell’emergenza vissuta e delle conseguenze che ha lasciato. Spero che si mettano da parte antipatie o gelosie e che in tanti trovino l’umanità e il cuore per aiutare un amico che fa parte della grande famiglia che è la comunità di Putzu Idu”.

Un gesto di solidarietà che chiama a raccolta tutti. “La mia idea nasce da un concetto molto semplice: oggi è capitato a lui, domani può capitare a chiunque di trovarsi in difficoltà, e quando ti capita una cosa così il non sentirsi soli ti salva in tutti i sensi”.

“Con Daniele Santelia, il proprietario del deposito andato a fuoco”, racconta sempre Flavio, “non ci frequentiamo da un po’, ma in passato sì, ed è grazie a lui che ho imparato tanto, soprattutto a non arrendermi mai davanti alle difficoltà. Essendo lui un’atleta mi ha avvicinato al mondo della mountain bike, e nonostante io fossi all’inizio e poco allenato, tra i tanti insegnamenti, mi ha sempre spronato a dare il meglio e a non mollare”.

“Poi per motivi di lavoro che mi hanno portato in Francia, ho dovuto lasciare il mio compagno e amico fedele a quattro zampe, Pisty, a Maggie, la figlia di Daniele e Maura, e saperlo lì con loro mi ha reso molto più tranquillo e sereno”, scrive ancora Flavio Mallai. “Non appena ho saputo dell’incidente, prendendo esempio da questa bambina, ho voluto in qualche modo ricambiare con un atto di solidarietà e proporre agli amici della comunità di aderire a questa raccolta fondi”.

La campagna non solo servirà ad aiutare il titolare del deposito di surf a riprendersi e ripartire. Una volta raggiunta la somma necessaria per la ripartenza, Flavio Mallai ha proposto di utilizzare i soldi eventualmente raccolti in più per la pulizia e il decoro della marina stessa, magari tramite gli organizzatori della Sagra del Surf.

Flavio Mallai

“In questo periodo di emergenza”, conclude Flavio Mallai, “dove la maggior parte dei messaggi portano alla distanza, ho capito quanto invece sia vitale essere uniti. Questo potrebbe esser un buon punto di partenza, io ho lanciato la miccia, dando il mio contributo e facendo partire questa iniziativa nonostante la distanza, la comunità vedo che ha risposto subito e sono sicuro che in molti continueranno a farlo”.

Chiunque volesse contribuire alla raccolta fondi “Risorgere dalle ceneri” può farlo sul sito di Gofundme.

Mercoledì, 10 giugno 2020

L'articolo Una raccolta fondi per il deposito di surf bruciato a Putzu Idu sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.