Realizzano un murale come segno di riconoscenza verso i cittadini di Sestu e di tutta la Sardegna: l’artista ungherese Agnes Zimmermann, “innamorata della Sardegna”, e il compagno Luca Cocco di Selargius hanno impresso su un muro i loro sentimenti verso i sardi.“Vivo in Sardegna da due anni – spiega Agnes – e letteralmente mi sono innamorata di questa isola magica. Con il mio compagno abitiamo a Sestu, dove siamo stati accolti calorosamente. Per dimostrare la nostra gratitudine, abbiamo deciso di donare un murales”. Una raffigurazione che rappresenta il passato ed il presente, dove nel centro ci sono due persone in abiti sestesi che simboleggiano la tradizione. Le farfalle, invece, significano la trasformazione del passato nel presente. “Abbiamo lasciato pezzi dell’intonaco originale per rispetto dei writer e sempre per rispetto del passato. La passarella è un simbolo nettamente umano che univa le due parti di Sestu e la frase che abbiamo scelto riguarda la nostra accoglienza”. Un gesto apprezzato dalla popolazione che ha accolto i nuovi concittadini calorosamente.“Ho aggiunto un piccolo decoro ungherese con la gallinella primo perché sono ungherese, secondo per il rispetto delle tradizioni in generale. Il geco è un portafortuna, il topolino lo abbiamo fatto per i bambini” .Alla realizzazione del murales, ha partecipato attivamente Luca Cocco, compagno di Agnes Zimmermann. “Quando ho conosciuto a Luca, lui svolgeva un altro lavoro. Pian piano ha iniziato ad aiutarmi solo il fine settimana e in seguito abbiamo deciso di lavorare costantemente insieme”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.