Un intervento da 1,5 milioni dopo i cedimenti sulla Bosa-Alghero
Prima dell’apertura del cantiere sarà realizzata una strada alternativa a monte

Un tratto della strada provinciale tra Bosa e Alghero

La Provincia di Sassari investirà oltre un milione e mezzo di euro per risolvere definitivamente il problema su un tratto della strada Alghero–Bosa bloccato dai ripetuti cedimenti all’altezza del km 21,650. Si risolverà, in questo modo, un problema sorto nella primavera del 2014 e ripresentatosi in maniera più grave alla fine del 2019: il fondo stradale aveva ceduto dopo la rottura di un tubo in acciaio del diametro di 6 metri, nel quale erano incanalate le acque del rio Ferulera.

Dopo un intervento dei tecnici della Provincia di Sassari, la strada era stata riaperta, ma con senso unico alternato. Una grave strozzatura, lungo l’unico collegamento fra la Planargia e l’aeroporto di Alghero.

Per evitare maggiori disagi, prima dell’apertura del cantiere sarà realizzata più a monte una strada alternativa. “Questo comporterà un allungamento dei tempi per i lavori”, ha avvertito l’architetto Gianni Milia durante un incontro a Bosa per la presentazione dell’intervento.

“Per questi lavori si è reso necessario trovare ingenti risorse e avviare un lungo iter, compreso il superamento delle questioni ambientali e PAI. Ma finalmente oggi arriviamo all’avvio del cantiere”, ha detto il sindaco di Bosa, Pier Francesco Casula.

“Questo collegamento è strategico per entrambi i territori, consentirà la condivisione di programmi di sviluppo e di collaborazione tra le due realtà di Alghero e Bosa”, ha commentato il commissario della provincia di Sassari, Pietrino Fois. Come accennato, l’intervento costerà circa un milione di euro, al quale si aggiungono ulteriori risorse (mezzo milione), recuperate attraverso la rimodulazione di vecchi mutui, per la messa in sicurezza e ulteriori interventi sulla viabilità e sulla segnaletica.

Sulla condivisione di programmi di sviluppo ha insistito anche il sindaco di Alghero, Mario Conoci, grazie a “un asse viario di fondamentale importanza sia per Bosa ma anche per Alghero, sia per i continui rapporti tra le due comunità e sia per la continuità territoriale, sia dal punto di vista ambientale e paesaggistico”.

“C’è stato un forte impegno, sia nostro sia dell’Amministrazione provinciale di Sassari, per portare a termine questo progetto e riuscire ad avviare i lavori”, ha commentato il consigliere regionale Alfonso Marras, bosano. “Il reperimento di nuove risorse lo dimostra. Ma intendiamo portare avanti iniziative per potenziare anche i collegamenti con Alghero e il suo aeroporto, attraverso un confronto con l’ARST, che dovrà garantire un maggior numero di corse di autobus nei periodi in cui aumentano i flussi turistici, per rispondere alle esigenze dei lavoratori e degli studenti”.

Il sindaco di Bosa ha ribadito l’importanza strategica della strada: “Solo con una rete viaria moderna e sicura verso i porti, gli aeroporti e la Statale 131 si può garantire quello sviluppo economico e sociale di cui Bosa e la Planargia, ma aggiungerei tutta la costa centro Nord occidentale, hanno necessità. Dobbiamo favorire nuovi e sempre più forti rapporti con Alghero, in funzione di scambi economici legati al turismo e alla cultura. Solo unendo questi territori si può controbilanciare lo strapotere in questi settori della costa nord-orientale”.

Giovedì, 5 novembre 2020

L'articolo Un intervento da 1,5 milioni dopo i cedimenti sulla Bosa-Alghero sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.