Un fotoracconto per dire no al deposito di scorie nucleari
Il progetto Tremasa realizzato dai fotografi Alessandra Cecchetto e Maurizio Olla

Tremasa

Un reportage per raccontare i piccoli centri della Trexenta, della Marmilla e del Sarcidano inseriti nella Cnapi, la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee a ospitare il deposito unico di scorie nucleari. L’idea è stata lanciata dai fotografi Alessandra Cecchetto e Maurizio Olla.

Tremasa, questo il nome del progetto, sono le tre regioni storiche della Sardegna in cui sono state individuate le 14 aree potenzialmente idonee per il sito di stoccaggio di rifiuti radioattivi: TRExenta, MArmilla, SArcidano.

“Tremasa o Tremas”, scrivono Cecchetto e Olla, “è la sensazione di tremore che provi quando una mattina di gennaio, sfogliando le notizie sul giornale, scopri che a meno di un chilometro dalla tua casa, dalla tua azienda, probabilmente sarà creato un sito di stoccaggio nazionale di rifiuti radioattivi”.

Tremasa è un progetto multimediale che unisce vari linguaggi comunicativi. È presente su Instagram, ma anche su Facebook.

Attraverso le loro fotografie, Cecchetto e Olla hanno deciso di offrire uno spunto di riflessione per la costruzione di un futuro diverso e sostenibile. Daranno un volto e una voce alle persone e alle aziende che sorgono nei territori coinvolti dalla Cnapi, faranno conoscere le storie che in essi sono racchiuse, come ispirazione per un modello di crescita più consono e compatibile con le realtà e specificità sarde.

Molte delle aziende che racconteranno si occupano di agricoltura e produzione biologica, custodiscono e proteggono i saperi e le tradizioni. Spesso vivono di sacrificio, e in quel sacrificio hanno trovato il senso della loro vita.

Sabato, 6 marzo 2021

L'articolo Un fotoracconto per dire no al deposito di scorie nucleari sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.