CASTIADAS. Il grande giorno che aspettava con trepidazione è arrivato e ha tirato un sospiro di sollievo. Francesca Frigau, oggi ha raggiunto il traguardo del secolo di vita. La neo centenaria, primogenita dei sei figli di Giuseppa Lobina, casalinga, e Giovanni, contadino, è nata a Burcei il 24 maggio 1922, di mercoledì, il giorno in cui la chiesa cattolica venera santa Maria Ausiliatrice. Tzia Cecchina non è andata a scuola. ”Mi sarebbe piaciuto, afferma. I miei genitori però non mi hanno mandato. Già da quando avevo sette – otto anni sono stata costretta a rendermi utile in casa. Ho dato una mano di aiuto a mia madre nelle faccende domestiche e ho badato ai miei fratelli. Mi sono anche resa disponibile tutta le volte che c’era da fare in campagna, adattandomi a fare di tutto “marrai, messai, bentuai, binnennai,” (zappare, mietere, separare i chicchi di grano dalla paglia (trebbiare), vendemmiare) e ad accudire il bestiame, un piccolo gregge di pecore e gli animali da cortile (galline, anatre, conigli). Il lavoro è diventato molto più pesante dopo che mio padre è emigrato in Francia per motivi di lavoro. Ha lavorato in miniera. A costo di tanti sacrifici è riuscito a mettere da parte un bel gruzzolo di soldi con i quali ha comprato alcuni terreni. Ho imparato a leggere e scrivere da adulta. Ad insegnarmi è stata una vicina di casa”.

image
GIANCARLO BULLA -2.jpg

Nonna Cecchina, dopo un breve fidanzamento si è sposata con Paolo Concas, un pastore, suo paesano. “ Ci siamo sposati a Burcei il 19 febbraio 1949 nella chiesa parrocchiale di Nostra Signora di Monserrato. Il matrimonio è stato celebrato da don Francesco Sanna”. La neo centenaria ha messo al mondo 4 figli: Antonio, Barbara, Angela e Giovanni. “Nel 1955 ci siamo trasferiti a Castiadas, nella borgata di Camisa. Mio marito ha avuto in concessione dall’Etfas (ente per la trasformazione fognaria e agraria in Sardegna) un podere in località “Sa Figu Niedda” che abbiamo coltivato sino all’anno della sua morte avvenuta nel 1981.”

Tzia Cecchina ha per alcuni decenni confezionato con il giunco e il fieno ”is canisteddusu, su strexiu de fenu”, cestini di varie forme e dimensioni. Ad insegnarle l’arte sono state la madre e la nonna. La neo centenaria vive a Camisa, una delle borgate che formano il comune di Castiadas, con la figlia Barbara che per l’occasione le ha organizzato una bella festa alla quale hanno partecipato non solo i parenti, tra i quali i 7 adorati nipoti e i 5 pronipoti, ma anche amici e conoscenti. Francesca Frigau ha molto gradito la visita del sindaco di Castiadas Eugenio Murgioni e del parroco don Luigi Grecu che le hanno esternato gli auguri a nome di tutta la comunità castiadese.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.