Un’operazione “di marketing”, per riportare l’Isola ai numeri degli anni scorsi, da maggio a ottobre, per quanto riguarda i turisti che scelgono l’Isola per le proprie vacanze. Il presidente della Regione Christian Solinas propone, un’altra volta, la certificazione per chiunque arrivi nell’Isola. E gli agenti di viaggio sardi incrociano le dita e, con lo “spettro” di possibili prenotazioni in calo, lanciano una proposta-fotocopia a quella già realizzata dalla Sicilia: “I turisti devono fare il tampone prima di venire in Sardegna? Allora la Regione deve regalargli una notte in albergo. In Sicilia, ogni tre notti, una è a costo zero: facciamolo anche noi”, dice Gian Mario Pileri della Fiavet: “No alle escursioni in regalo, non hanno funzionato. Si può anche pensare a rimborsare gli albergatori del costo stesso del tampone. Sessanta euro stornati da pagamento dell’Imu”, prosegue il numero uno sardo dell’associazione degli agenti di viaggio.“Credo che Solinas riuscirà ad ottenere ciò che chiede, l’importante è avere certezze e non incertezze. Ormai, per viaggiare in tutto il mondo bisogna fare un test almeno 72 ore prima della partenza. La Sicilia ha tirato fuori una legge straordinaria, regalando ogni tot di giorni una notte in albergo gratis. Così facendo, abbattiamo in automatico il costo del tampone al quale deve sottoporsi ogni turista”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.