Al via la celebrazione islamica, milioni partiti per le vacanze

(ANSA) - ISTANBUL, 31 LUG - Sono iniziate oggi anche in Turchia la celebrazioni della festa del Sacrificio (Eid al-Adha), tra le principali ricorrenze per i fedeli islamici. A una settimana dalla prima preghiera assoluta dopo la riconversione da museo in moschea, Santa Sofia a Istanbul ha accolto stamani la rituale preghiera per la festività (Salat al-Eid), cui hanno preso parte migliaia di persone.

A guidarla, come in occasione della riapertura al culto islamico dell'ex basilica cristiana, è stato il responsabile della presidenza per gli Affari religiosi di Ankara (Diyanet), Ali Erbas. Numerose le misure di prevenzione anti coronavirus predisposte dalle autorità, tra cui la distribuzione di tappetini monouso per i fedeli, oltre a mascherine e gel disinfettante. In tutto il Paese, milioni di persone si sono messe in viaggio sin da ieri per raggiungere le famiglie per le tradizionali riunioni o le località di vacanza, soprattutto marittime.

Dopo aver inviato un messaggio alla nazione, il presidente Recep Tayyip Erdogan ha rivolto stamani i suoi auguri con una telefonata ai soldati impegnati nelle operazioni contro il Pkk curdo nella provincia sudorientale di Sirnak, al confine con l'Iraq. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.