Centrosinistra all’attacco contro il primo cittadino dopo il primo anno di mandato. Stavolta l’accusa è sul Verde pubblico. “L’aumento del verde pubblico non riguarderà soltanto ogni quartiere della città ma pensiamo a uno sviluppo complessivo del verde infrastrutturale lungo l’asse mediano e le arterie principali attorno al nucleo urbano.”

(dal programma elettorale di Paolo Truzzu)

Cagliari gode di uno straordinario patrimonio verde: 230 ettari di aree fruibili che, oltre a piazzare la nostra città tra le prime posizioni nelle classifiche nazionali, ci garantiscono una buona qualità della vita, salute e bellezza.

L’amministrazione di centrosinistra ha lavorato molto per arricchire il verde di tutti i quartieri e ha programmato nuovi parchi: il parco degli anelli a Sant’Elia, l’Orto dei Cappuccini e il parco di Tuvixeddu.

Nonostante siano già progettati e finanziati i lavori di ampliamento, tutto è ancora fermo, così come fermi sono anche i lavori per interventi minori quali il rifacimento del ponticello di Terramaini, ugualmente progettato e finanziato.

Molte piazze e giardini, inoltre, sono abbandonati e senza manutenzione.

Siamo contenti che il sindaco abbia accolto la nostra proposta di candidare Cagliari per il titolo di Capitale Europea della Sostenibilità (European Green Capital), ma è necessario passare quanto prima dagli slogan e i proclami ai fatti.

L'articolo “Truzzu, a Cagliari nuovi parchi bloccati e giardini e piazze abbandonati” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.