Troppi rischi per fare festa, salta la rassegna dei vini novelli a Milis
Un altro atteso appuntamento condizionato dall’emergenza coronavirus

Foto Pro Loco Milis

Il coronavirus blocca anche la rassegna dei vini novelli a Milis. La decisione – annunciata dalla presidente della Pro loco, Simona Manca – è stata presa d’accordo con l’amministrazione comunale di Milis e l’Associazione regionale Sommelier, partner dell’attesa manifestazione.

“La ripresa dei focolai di infezione e le conseguenti misure restrittive hanno portato alla decisione di non organizzare la rassegna, giunta alla 33.a edizione”, spiega Simona Manca. E dà appuntamento direttamente al 2021, “per poter accogliere senza timori le migliaia di giovani che ogni anno affollano le vie del paese, per un momento di incontro e di festa che tale deve essere”.

La decisione è stata assunta dal gruppo dirigente di Pro loco, che già la scorsa primavera era stata costretta a sospendere un’altra attesa manifestazione, “Primavera in Giardino”, in programma la prima decade di marzo e per la quale era già avviata la preparazione.

“La Pro loco si scusa con quanti non mancavano di prendere parte all’evento”, prosegue la presidente, “con le Cantine che in Sardegna vinificano Novello e con le altre coinvolte nelle degustazioni collaterali. E ancora con l’Associazione Donne del Vino, gradita ospite lo scorsa edizione, e gli operatori economici che affollavano la rassegna con i loro prodotti”.

Mercoledì, 14 ottobre 2020

L'articolo Troppi rischi per fare festa, salta la rassegna dei vini novelli a Milis sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.