Trino si candida a ospitare il deposito nucleare. Pericolo scongiurato per la Sardegna?
La proposta del sindaco del paese del vercellese, che ospita una vecchia centrale

La vecchia centrale nucleare di Trino Vercellese – Foto Wikipedia

Trino si candida a ospitare il deposito nazionale di scorie nucleari. In un articolo pubblicato da “Il Corriere Torino” il sindaco leghista del paese piemontese, Daniele Pane, lancia la proposta – o forse la provocazione – che sembrerebbe avere anche l’appoggio del leader del partito, Matteo Salvini.

Il territorio in provincia di Vercelli non è inserito nella mappa pubblicata nei giorni scorsi ed elaborata dalla Sogin, la società incaricata di redigere la Carta Nazionale delle Aree Poten​zialmente Idonee.

Il territorio di Trino ospita la prima sede nucleare d’Italia: da trent’anni è un sito di stoccaggio provvisorio.

Il sindaco ha riferito al giornalista Gabriele Gruccione, che ha firmato il servizio sul Corriere, di temere che, dopo le proteste che la pubblicazione della mappa ha sollevato, non si faccia più nulla.

“Ecco perché a questo punto dico: il problema qui ce l’abbiamo, e qui dobbiamo risolvercelo”, dichiara il sindaco al Corrire. “Altrimenti non arriveremo mai a smantellare la centrale”.

La realizzazione del deposito in Piemonte farebbe decadere tutte le altre ipotesi, e dunque anche quelle individuate in provincia di Oristano.

Venerdì, 8 gennaio 2021

L'articolo Trino pronto a ospitare il deposito nucleare. Pericolo scampato per la Sardegna? sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.