Seneghe

Intervento di soccorso ne ha ha consentito la liberazione

Il provvidenziale intervento degli agenti del corpo Forestale della stazione di Seneghe ha consentito di salvare tre mufloni rimasti imprigionati in un anfratto roccioso nel monte del paese.

Il salvataggio è avvenuto nella tarda serata di mercoledì nella zona di Funtas, nel versante nord del monte che si affaccia sul litorale di Is Arenas.

Gli agenti della stazione di Seneghe erano impegnati in un servizio di controllo quando dopo aver raggiunto un belvedere  hanno sentito alcuni rumori provenienti da un delle zone più impervie del complesso montuoso.

Dopo un accurato controllo hanno individuato i tre mufloni, che erano come imprigionati tra le rocce. Soccorrerli e portarli in salvo non è stato certo facile.

I tre animali sono stati letteralmente trascinati di peso,  grazie ad uno degli agenti intervenuti. Gli esemplari di muflone probabilmente erano bloccati da alcuni giorni in quella che era diventata per loro una pericolosa trappola.

Giovedì, 6 gennaio 2021

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video,  puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 03 92, o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.