1076 comuni monitorati 670 non pubblicano l'elenco

(ANSA) - ROMA, 27 FEB - Comuni italiani "rimandati" sul livello di trasparenza della 'filiera' della confisca dei beni mafiosi: su 1076 comuni monitorati destinatari di beni immobili confiscati, 670 non pubblicano l'elenco e non danno informazioni sul loro sito internet. Ciò significa che ben il 62% dei comuni è totalmente inadempiente. E' quanto emerge "RimanDATI" il primo Report nazionale sullo stato della trasparenza dei beni confiscati nelle amministrazioni locali pubblicato dall'associazione Libera contro le mafie. Ai comuni vengono destinati beni immobili confiscati alle mafie per finalità istituzionali o per scopi sociali e non danno informazioni sul loro sito internet. Ciò significa che ben il 62% dei comuni è totalmente inadempiente. E' quanto emerge "RimanDATI" il primo Report nazionale sullo stato della trasparenza dei beni confiscati nelle amministrazioni locali pubblicato dall'associazione Libera contro le mafie. Ai comuni vengono destinati beni immobili confiscati alle mafie per finalità istituzionali o per scopi sociali. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.