(ANSA) - SANTA MARIA COGHINAS, 20 MAG - Due turisti francesi, un papà con la sua figlioletta, hanno rischiato di annegare nel fiume Coghinas. Sono stati tratti in salvo dai Vigili del fuoco di Tempio e del Nucleo sommozzatori mentre cercavano di resistere alla corrente aggrappati a dei cespugli che affiorano dal corso d'acqua.
    L'allarme è scattato intorno alle 13.30: la famigliola di turisti stava facendo un'escursione con i Sup lungo il Coghinas, tra Viddalba e Santa Maria Coghinas, quando padre e figlia sono caduti in acqua e sono stati trascinati via dalla corrente.
    I Vigili del fuoco sono intervenuti con le squadre a terra arrivate da Tempio, con il Nucleo sommozzatori del Comando provinciale e con l'elicottero Drago 143 decollato dall'aeroporto di Fertilia.
    Il mezzo aereo, con l'uso del verricello, ha consentito ai sommozzatori di calarsi al centro del fiume e portare in salvo padre e figlia, che sono stati affidati alle cure del 118.
    Sul posto anche i carabinieri della Compagnia di Valledoria per coadiuvare le operazioni di soccorso e verificare come sia accaduto l'incidente. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Fonte: Ansa Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.