“È preoccupante, dopo più di un anno, che siamo in questa situazione, siamo veramente allo stremo, al limite: non ce la facciamo più”. Si parla di aperture anche se non c’è ancora una data, il governo sembra che abbia capito che non può tenere chiuse le attività. Si parla di privilegiare i locali che hanno i tavolini all’aperto perché si ci contagia di meno: “È da mesi che ci dicono che forse si riaprirà, ci stanno destabilizzando a livelli incredibili. Ora dicono a maggio, forse, con il discorso che si apre all’esterno. Io ho un locale che ha uno spazio sia interno che esterno, però non sarebbe giusto tutto questo perché, alla fine, abbiamo creato i distanziamenti con la riduzione dei tavoli. Non ci sono certezze, dopo un anno e più che ci hanno fatto chiudere la situazione è ancora così e, alla fine, la domanda è: è giusto chiudere noi o ci sono altri problemi? Perché noi chiudiamo e siamo sempre rossi: non voglio criticare le altre attività, ma i supermercati, per esempio, sono pieni di gente, c’è un assembramento incredibile. Non è possibile che si possa continuare così. Bisogna cercare di trovare un giusto equilibrio perché non ce la facciamo più”. Risentite qui l’intervista a Tony Di Giovanni del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/2535235963448506/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.