Guerra agli incivili del cassonetto a Sassari. Nelle ultime settimane l’occhio delle fototrappole ha consentito di sanzionare 146 persone, quasi tutte utenti del servizio di ritiro porta a porta che buttavano l’immondizia nei cassonetti di strada. Un illecito amministrativo che causa un danno al decoro ambientale e per tutta la comunità: occupando lo spazio destinato ai cittadini che abitano in quelle zone, si sovraccaricano di fatto i contenitori che non possono più essere usati da chi ne ha diritto, quando addirittura gli incivili non abbandonano i loro rifiuti per terra. Su 146 sanzioni, ben 88 sono state emesse nei confronti di utenti del servizio porta a porta che conferivano illecitamente nei cassonetti. Altre 25 sanzioni sono state emesse contro chi conferiva in buste nere e 30 ad abitanti di altri comuni che venivano fino a Sassari per buttare la loro immondizia. L’amministrazione comunale può ora contare su nuove trappole di ultimissima generazione a cui se ne aggiungeranno altre nelle prossime settimane, per consentire un controllo totale e capillare del territorio: dal centro città alle borgate. Acquistate coi proventi delle sanzioni, sono alimentate con pannelli solari per restare sempre attive e non scaricarsi. Le immagini, a elevata risoluzione, sono trasmesse in tempo reale e senza soluzione di continuità direttamente al comando della polizia locale.

L'articolo Tolleranza zero per gli incivili del cassonetto, a Sassari multati in 146 proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.