La certezza più solida è che tutto può cambiare da un momento all’altro. Del resto l’avvertimento di Salvini ad alleati e avversari la dice lunga: “Questa notte tenete i telefoni accesi”. Ma alla fine di un’altra giornata con zero risultati concreti, se non il veto di Letta, Renzi e Conte sulla presidente del Senato Casellati, l’ipotesi più probabile è che per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica si consumerà un avvincente testa a testa fra l’attuale premier Draghi e l’ex presidente della Camera Pierferdinando Casini, mentre cala nel borsino Quirinale l’ipotesi mai accantonata di un Mattarella bis, persino a tempo. E mentre Casini, figura di sicuro trasversale visto che ha vestito la casacca di tutti o quasi i partiti dell’emiciclo, compare più o meno ufficialmente sul tavolo del centrodestra, Draghi deve sempre vedersela con il veto imposto da Beppe Grillo sul suo trasloco al Colle. Nella notte è previsto un super vertice dei 5 Stelle per concordare sulla posizione finale e definitiva, e non si può escludere che riservi qualche sorpresa.

 

Intanto Salvini, che pare trovarsi a perfetto agio nel ruolo di tessitore, smentisce di aver incontrato il giurista Sabino Cassese, altro nome emerso come possibile candidato al Colle su proposta del centrodestra. Perde quota, ma non è ancora del tutto accantonata la soluzione del Mattarella. A tempo, persino, pur di non smuovere gli equilibri faticosamente raggiunti: un bis a tempo, giusto per accompagnare il Paese a fine legislatura, e poi Draghi potrebbe sostituirlo. Ma  quella di Mattarella è un’ipotesi che piace sempre meno, perché vista come la dichiarazione giurata dell’incapacità di trovare un nome e dunque della resa ad accontentarsi di una minestra riscaldata.

 

Insomma, la situazione è ancora molto complicata anche se la giornata di oggi, l’ultima che richiedeva un quorum qualificato a 673 voti, ha portato a qualche paletto e certezza in più. Domani si riprende alle 11, basteranno 505 voti: se l’accordo, come in tanti sperano e credono, arriverà nella notte, domani l’Italia potrebbe avere il suo nuovo presidente.

L'articolo Testa a testa fra Casini e Draghi, si stringe il cerchio per il Quirinale e Salvini avvisa tutti: “Stanotte tenete i telefoni accesi” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.