Test al personale scolastico? “Dateci locali adatti e personale”
Oristano, i medici di famiglia non vogliono rischiare la chiusura degli ambulatori

Lo screening del personale scolastico non potrà essere fatto negli ambulatori della medicina di base, senza maggiori risorse: in una lettera alla ASSL di Oristano, i medici di famiglia chiedono che “vengano destinati a tale attività locali, sanificazione e possibilmente personale infermieristico”.

Le ragioni della richiesta sono abbastanza evidenti, spiega il documento firmato da Alessandro Usai, segretario provinciale FIMMG: bisogna evitare il rischio di “interruzione dell’attività di diagnosi e cura negli studi dei medici di famiglia nel caso di riscontro di positivi al test di screening (che dovranno sottoporsi a tampone, con l’attesa per il referto), con relativa sanificazione degli studi”.

La riapertura delle scuole si avvicina, e l’attività di screening dei docenti e di tutto il personale finirebbe inoltre per “accavallarsi con la normale attività ambulatoriale, in un periodo in cui il contingentamento degli ingressi in studio è fondamentale per il contenimento della pandemia”.

Insomma, i medici di famiglia confermano “l’impegno assunto dalla medicina generale per dare una mano in una situazione di emergenza nazionale”, ma spiegano che questo impegno non può diventare un problema per tutti gli assistiti che hanno già sofferto abbastanza a causa della paralisi dei servizi sanitari durante la fase di crisi più grave.

Venerdì, 21 agosto 2020

L'articolo Test al personale scolastico? “Dateci locali adatti e personale” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.