Test a Oliena, Zola chiama i giovani: “Vinciamo da squadra”
Un appello dopo la deludente partecipazione nei primi due giorni di “Sardi e sicuri”

Gianfranco Zola nell’appello rivolto ai giovani del suo paese

“È il momento in cui bisogna agire da squadra e tutti devono fare il loro lavoro affinché questa squadra funzioni come si deve”. Parole di Gianfranco Zola, che in un videomessaggio ha chiesto ai giovani di Oliena di sottoporsi al test per la ricerca del coronavirus, per “dare un contributo che consenta di festeggiare da squadra. Mi raccomando, faccio affidamento sul vostro senso di responsabilità”.

Nel primo fine settimana dello screening “Sardi e sicuri” organizzato dalla Regione, a Oliena le adesioni sono state molto basse: si è presentato appena il 33 per cento della popolazione. Una partecipazione troppo esigua per date attendibilità al test.

Così, in vista dei nuovi test programmati per il 13 e il 14 febbraio, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Bastiano Congiu è stata ben felice di ricevere un assist da un olianese doc e ha diffuso l’appello su Facebook.

Martedì, 9 febbraio 2021

L'articolo Test a Oliena, Zola chiama i giovani: “Vinciamo da squadra” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.