Hanno abbandonato la riunione con il sindaco. Poco più di 5 minuti è durato l’incontro tra Truzzu e le associazioni di categoria sulla tassa di soggiorno, perché Fausto Mura, di Federalberghi e Davide Collu di Confindustria Turismo, se ne sono andati via sdegnati. A discutere col primo cittadino è rimasta solo l’associazione che raduna i B&b.“Non capivamo quale fosse la sostanza della riunione”, dichiara Mura, “il regolamento e la tassa sono stati approvati senza sentirci. Nessuno ci ha ascoltato. Ci dovevano spiegare come fare da esattori: una cosa offensiva per le nostre categorie. Le persone rimaste non rappresentavano le categorie, non sappiamo con chi continueranno a discutere. Non ci hanno mai ascoltato, né prima, né durante l’approvazione. Il regolamento è passato a maggioranza senza sentire nessuno del settore e ci viene imposta questa situazione”.Il provvedimento non va giù agli albergatori. “Fare una tassa di soggiorno adesso, come ha detto Davide Collu, è come fare i fuochi d’artificio dopo un bombardamento”, aggiunge Mura, “ questa è la peggiore crisi epocale che il turismo abbia mai sofferto, e durante questa pandemia l’idea vincente è fare una tassa di soggiorno: una cosa intempestiva e inopportuna, oltre che poco logica. Una vera assurdità”.“Come abbiamo detto subito, prima si convocano le parti e poi si pianifica”, commenta Marzia Cilloccu, Progetto Comune, “ma purtroppo è una costante di questa amministrazione, come ben sanno operatori e residenti”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.